testata ridotta

  "Io ricomincio da tre"
  "Vorrai dire 'ricomincio da zero'..."
  "No, perché? Tre cose giuste, nella vita, le ho fatte"
  (Massimo Troisi)

La Redazione di RM

Redazione

Non resistete proprio, vero? Guardate che è sicuramente meglio per tutti se non raccogliete troppe informazioni sulla Redazione: il mistero è sempre più dolce e lusinghiero della realtà.

Potreste immaginare che siamo dei matematici famosi sotto falso nome. O magari dei professionisti serissimi in libera uscita. O chissà cos'altro. Se proprio persistete nell'idea di scoprire qualcosa in più, i bottoni colorati qua sotto vi diranno qualcosa su di noi.

Ma se restate delusi, non dite che non vi avevamo avvertito per tempo. E poi, arrivando fin qui, avete già scoperto quale rep-tile rappresenta il GC, quale Alice e quale il Doc. Non vi basta?

Rudy's Bio and Pic Alice's Bio and Pic Piotr's Bio and Pic

Da quando questa pagina è stata creata i Redattori si sono trasformati da primule rosse della matematica ricreativa in autentici personaggi in carne e ossa, con nomi e cognomi e da qualche parte sono anche comparse foto redazionali vere e proprie. Dopo lunga discussione in proposito (anche se al Capo piace essere fotografato, gli altri due sono molto più timidi di fronte all'obiettivo) si è infine giunti alla decisione che in questa pagina debbano trovare posto anche alcune foto ufficiali. Perdonateci.

Torna all'inizio

Home

 

RM La Rivista

La Voglio per Mail

Archivio

Index Mundi

Bookshelf

La Carta

Getting Started

La Redazione  

Storia di RM

RemoMabilia

Memento

Links

[©opyright]

Incredibile! RM è anche su carta! Cliccando qui potete verificare di quali crimini si siano macchiati gli autori!


spacer


Rudy d'Alembert

    Rudy d'Alembert: "Accademico del Sole", "Gran Capo" e "Bel Soggetto", come dice la sua signature; soprattutto, e questo la sua signature non lo dice, è più che altro l'ideatore, il fondatore e il maggior pensatore di una prestigiosa  rivista italiana di matematica (se state leggendo questa biografia ci sono ottime probabilità che la conosciate già).

    La foto di repertorio lo mostra serio e pensieroso fin dalla più tenera età, quando erano già evidenti le sue passioni. Alla pipa della foto ne ha aggiunte molte altre nel corso degli anni, e il mazzo di carte che tiene vicino già lascia presupporre una buona disposizione verso i giochi. E se pensate che dalla foto non si capisce che ama la matematica, provate a chiedervi perché a quell'età dovrebbe avere la fronte così corrucciata, se non fosse per l'analisi in corso di uno dei  problemi di Hilbert.

    Rudy è personaggio talmente poliedrico da non permettere che una biografia ne copra tutti gli aspetti: cresciuto da genitori ribelli ed anticonformisti e nonni amanti della letteratura e della pace del Canavese, attraversa periodi punk, beat e beatnik (vorremmo potervi mostrare una foto in cui la chioma del nostro supera i quaranta centimetri di lunghezza...). Studia fisica all'Università di Torino, senza però tralasciare i suoi passatempi preferiti (e tra questi, oltre a quelli già presenti in età prescolare,  la "corsa dietro alle gonnelle" ha scalato rapidamente la hit-parade dei suoi gusti personali) e in questo periodo incontra anche Piotr, evento destinato a segnare la vita di entrambi di cui abbiamo foto di repertorio.

("Foto di repertorio? Ma sei impazzita?"
"Sì che ce l'abbiamo, quella in cui voi due giovani ventenni posate qual culturisti nella valle..."
"So benissimo a quale foto ti riferisci! Ed è per questo che ripeto: sei impazzita?"
"Ma dai, su, è carina, ci starebbe bene sul sito..."
"Tolgo il punto interrogativo, allora: sei impazzita."
"Ma solo.."
"No."
"Ma..."
"No."
).

    In un raro momento di debolezza decide di trovare un lavoro nel campo informatico e prende moglie: la successiva produzione di pargoli lo rende meno anticonformista, anche se nell'ambiente delle Telecomunicazioni, dove ora è impiegato, si occupa di formazione e terrorizza chiunque voglia capire qualcosa di reti mobili.
    Proprio in cotanta sede incontra Alice (di questo grazie al cielo non abbiamo nessuna foto di repertorio), e finalmente decide di trasformare la sua passione per la matematica ricreativa in RM.

    Di Rudy sono tutte le idee fondamentali che poi si sono sviluppate sulla rivista, e a lui, al GC, va il merito di crederci sempre moltissimo, anche quando i due fannulloni che collaborano con lui si mettono nella loro condizione di riferimento: la nullafacenzia.
    I Paraphernalia Mathematica sono, come ebbe a dire un lettore, i pezzi più "gardneriani" di RM, e sono il suo fiore all'occhiello. Ma noi tutti ne meniamo vanto.

Rudy d'Alembert

Torna all'inizio




spacer



Alice Riddle

    Se ne sta nella Svizzera tedesca, Treccia Selvaggia: per questo la chiamiamo Wildbraid
("Ma non dovrebbe avere un soprannome tedesco, allora ?"
"Certo. Ma l'unica di noi tre che sa il tedesco è lei, e allora..."
).
    E' un ingegnere delle telecomunicazioni, e la matematica non è certo il suo interesse principale; questo provoca un po' di tristezza negli altri due poveretti della redazione, perché nonostante questo Alice è ampiamente la mente più matematica dei tre.

    E' nata in primavera, e anche lei (come il GC e RM) è figlia della capitale sabauda. La matematica aleggia da sempre in casa Riddle, e lei mastica numeri da quando era ancor più piccola di come appare nella foto di repertorio.
    Dopo aver giocato a fare anzitempo la professoressa di matematica per mere ragioni economiche (correggeva compiti in classe di sventurati coetanei, per conto terzi) ha deciso che il Politecnico era più affascinante della carriera didattica.
    Archiviati esame di laurea ed esame di stato, incomincia la sua avventura nella rinomata società di telecomunicazioni che ha già la sventura di pagare lo stipendio al GC. Qui si limita a fecondare la testa del GC inoculandogli l'idea di RM, poi, visto che nessuna azienda al mondo è in grado di sostenere più di un redattore di RM alla volta, se ne va a scoprire come si telefonano i produttori di gruviera.

    Di matematica, grazie al cielo, si interessa solo quando non ha di meglio da fare, il che consente ai due maschietti di cullarsi ancora nell'illusione di cavarsela con i calcoli. Perché, dovete sapere, ad Alice piacciono i numeri. Datele un problema di logica, e avrete da lei una soluzione svogliata, infastidita quasi, anche se esatta. Datele un problema numerico, e tremate. La sua treccia bionda vibrerà, gli occhi chiari lampeggeranno di lampi assai più luminosi di quelli dei led di Hal 9000, e il suo sorriso soddisfatto illuminerà il foglio riempito d'una soluzione lineare, semplice ed elegante.

    Scrive, impagina e scandaglia ogni numero di RM; beve birra come e meglio di un uomo, quindi non provate a sfidarla neanche in questo campo. Anche se potrebbe non sembrarlo, visto che è una accanita bevitrice di birra, ha una formazione ad alto coefficiente tecnologico e vive in un paese poco latino, è anche una inguaribile romantica.

Alice Riddle

Torna all'inizio




spacer


Piotr Rezierovic Silverbrahms

    La foto di repertorio è fedele: riproduce Piotr R. Silverbrahms proprio mentre fa quello che più gli piace. E dalla foto si vede benissimo, è proprio lui: se qualcuno di voi lo conosce personalmente o lo ha incontrato di recente, non può non notare che non è cambiato di una virgola. Piotr è il nostro "letterato", e anche se oggi sfrutta tecnologia moderna (monitor e tastiera anziché carta e penna), quel che scrive lo potete trovare principalmente nei Compleanni di RM, ma anche (se conoscete il suo nome vero) qua e là in Internet, con racconti brevi e altre creazioni. Sappiamo che le sue parole una volta sono state anche pubblicate, ma non vi diciamo dove.

    La strada del nostro parte dall'Umbria, e attraverso una formazione classica e un gran numero di eventi misteriosi (che includono un sacco di donne), lo conduce verso le aule di Fisica dell'Università di Torino, dove conosce anche il GC. La fisica e le studentesse di fisica lo entusiasmano, gli esami un po' meno. Si trova allora a seguire altri percorsi, che oggi lo portano a lavorare come consulente, a percorrere la Torino-Milano varie volte la settimana, a montare grondaie e allevare un bellissimo bambino.

    Recentemente ha anche ottenuto un pezzo di carta dalla Facoltà di Fisica che ci autorizza a chiamarlo rispettosamente "Doc". Negli intervalli di tempo (inesistenti, leggasi "di notte invece di dormire") tra le varie attività, scrive e contribuisce alla sopravvivenza di RM. Piotr è, tra l'altro, il Postino Ufficiale, colui che risponde a tutti quelli che ci scrivono e si intrattiene spesso con i lettori più strani e più esigenti. Lui dice sempre di non capire nulla di matematica, ma non bisogna credergli: ci stupisce sempre con il suo entusiasmo e di certo uno di questi giorni chiarirà qualche mistero dell'universo (la congettura di Goldbach, magari, o come funzionano le donne). - PPM

Piotr R. Silverbrahms

Torna all'inizio




spacer


Le foto Ufficiali della Redazione



La prima foto della Redazione mai apparsa in pubblico è del 2006: in occasione di un CdR invernale, il Capo si presenta con il braccio rotto (il sinistro, e lo sanno tutti che il Capo è mancino) e la foto attraversa l'etere e viene pubblicata al di fuori della rivista. Decidiamo quindi di pubblicare la prima foto dei personaggi principali mai vista in rete.



A novembre del 2008 la Redazione si riunisce al teatro Colosseo, dove due Redattori ritirano il Premio Peano: un'altra foto viene scattata da .mau. e messa in rete, e noi la pubblichiamo anche sul sito.



È del 2010 la foto del CdR in cui la Redazione va cercare l'origine del Danubio, e proprio qui si lascia fotografare dai giovani partecipanti alla gita. Ma ormai la Redazione è diventata famosa ed ha perso la sua timidezza.



La Redazione non è mai stata tanto in alto: il CdR di Agosto 2011 comprende una gita in cima a Jungfraujoch, dove Rudy, Piotr ed Alice insieme raggiungono altitudini mai viste prima.
Senza più pudore la Triade Redazionale si fa fotografare in mille pose per poter scegliere la versione migliore da inserire sul sito, il sottofondo del Mönch sembra adatto, ma anche il punto più alto d'Europa non è male.



Parlavamo di Pudore? Ma ne abbiamo ancora? Invitati alla conferenza I Conti Non Tornano del CICAP - Novembre 2011 - ci facciamo vedere con PG Odifreddi, ma soprattutto passiamo delle belle ore con Diego e Paolo di Fate il Nostro gioco.
La foto storica compare su RM, e su facebook... e noi ne siamo ovviamente molto contenti.



Nel 2012 i Rudi, durante il consueto CdR estivo in Svizzera, decidono di andare per un vero e proprio classico: le cascate del Reno, con la bellissima Stein am Rhein, per celebrare il loro amore per l'acqua e i grandi fiumi.

Poi la "montagna" di Zurigo, Uetliberg, con la sua stupenda vista sul lago e il vicino arco alpino, per non dimenticare il loro interesse per le grandi altezze e stupendi panorami.

E adesso si trova tutto su Facebook, certo.

Torna all'inizio